Innovazione
e tecnologia

Innovazione
e tecnologia

 

La responsabilità verso l’ambiente è una scelta prioritaria per FLO, che ha adottato ormai da tempo un importante percorso di miglioramento ambientale. Tale percorso ha portato allo studio di prodotti innovativi e allo sviluppo tecnologico, con una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale.

 

L'innovazione

Il magazzino FloInnovazione e sostenibilità ambientale sono due concetti strettamente collegati nella strategia aziendale di FLO. Non c’è innovazione che non comporti anche un abbattimento dell’impatto ambientale.

Il magazzino automatizzato FLO è un gioiello di tecnologie e di materiali. Il magazzino è dotato di un innovativo sistema di prevenzione incendi: grazie all’impoverimento dell’ossigeno nell’aria, si ottiene un’atmosfera modificata che impedisce l’accensione di fiamme. Il sistema di riconoscimento sagoma rifiuta tutti i pallets che non rispondono a rigide caratteristiche di qualità. I pallets movimentati automaticamente sono 180 ogni ora per una capacità totale di 27.000 unità.
Con il collegamento diretto alla produzione, sono stati eliminati i navettaggi con i magazzini satellite che generavano 27 tonnellate di Co2 l’anno.

Dal 2015 è inoltre attivo il co-generatore ad alto rendimento e basso impatto che produce il 75% del fabbisogno energetico dello stabilimento.

 

Le tecnologie

Le tecnologie di trasformazione all’interno dei siti produttivi di Flo sono di ultima generazione ed in costante aggiornamento.
In linea con gli attuali principi dell’industria 4.0 tutti il flusso produttivo viene monitorato ed i dati elaborati per il controllo delle attività ed il miglioramento continuo. I principali processi sono l’estrusione e la termoformatura, oltre alla parte di handling e finiture per arrivare al prodotto finito e confezionato automaticamente.
La varietà degli impianti consente di rispondere alle esigenze sia di produzioni massive che di produzioni speciali di piccola tiratura e dal contenuto tecnologico evoluto.
Il know-how aziendale e la tecnologia presente consentono di lavorare differenti materiali, dai tradizionali polimeri dell’industria plastica fino ai biopolimeri di ultima generazione.